CONCORSO DI PROSA E POESIA DON CARLO PRANDI

VISUALIZZA L'ARTICOLO RELATIVO ALLA PREMAZIONE

L’Associazione Culturale “Centallo Viva” indice la 18° edizione del concorso di prosa e poesia “Don Carlo Prandi”, sul tema: “Nella fondina di mio nonno la polvere da sparo; nei nostri zaini pensieri di pace”, articolato nelle seguenti sezioni:

• SEZIONE A: POESIA IN LINGUA ITALIANA “Versi di guerra, versi di pace”

• SEZIONE B: PROSA IN LINGUA ITALIANA “Raccontare la guerra: i racconti di ieri, i racconti di oggi”

• SEZIONE C: PROSA “Raccontare la guerra: i racconti di ieri, i racconti di oggi” O POESIA “Versi di guerra, versi di pace” NELLE PARLATE LOCALI (DIALETTI) CON TESTO A FRONTE IN ITALIANO

Invece per: • SEZIONE GIOVANI per autori fino a 20 anni e SEZIONE MINI per alunni scuola dell’obbligo
PROSA O POESIA sul tema:
La guerra incontra la pace: scambio di lettere e di esperienze di vita con un ragazzo della tua età che vive in un paese dove è in corso un conflitto

Termine per la presentazione delle opere: 13 giugno 2015.
♦ La partecipazione al concorso è gratuita per tutte le Sezioni

SCARICA IL BANDO COMPLETO E IL REGOLAMENTO.

SCARICA LA LOCANDINA DEL CONCORSO
 

Don Carlo Prandi, nato a San Benedetto Belbo nel 1870, salesiano, nel 1898 è ordinato sacerdote, ma tre anni dopo esce dalla Congregazione e si dedica all’insegnamento come maestro elementare, nelle Langhe prima e a Centallo dal 1922 al 1935.
Dal 1935 al 1944 è parroco di Mollieres e, dopo la distruzione di questo paese ad opera dei tedeschi, torna a Centallo, dove morirà il 30 gennaio 1961.
E’ autore di numerosi testi scolastici, di innumerevoli poesie, di romanzi e di una monografia storico-descrittiva di Centallo.
Celebri sono rimasti il suo romanzo “Il Fuggiasco” e la raccolta poetica “Canti delle Langhe”, che valsero all’autore il titolo di “Cantore delle Langhe”.
A 100 anni dalla prima guerra mondiale ed a 70 anni dalla fine della seconda, questa edizione del concorso a lui intitolato invita i partecipanti a formulare pensieri di pace, tanto più urgenti e necessari in un mondo che sembra sempre più una polveriera ed in cui la pace è sempre più a rischio.

 

All Rights Reserved