CHI SIAMO

centallovivadirettivo

Centallo Viva nasce il 13 dicembre 1993 come associazione culturale che, principalmente, si propone di:
Valorizzare e recuperare la storia, le tradizioni e la cultura centallese;
Restaurare, tutelare e promuovere i beni artistici locali, perlopiù conservati negli edifici sacri
Attuare una promozione turistica del territorio attraverso l'organizzazione di manifestazioni e la creazione di “percorsi culturali”.

I suoi inizi sono caratterizzati dalle difficoltà consuete di ogni nuova realtà, che deve farsi conoscere ed apprezzare prima di entrare nel cuore della gente. Che pian piano, però, le offre sostegno, simpatia e partecipazione alle varie iniziative proposte. Il numero dei soci arriva a sfiorare quota 600, metà dei quali con la quota annuale di 12 euro consentono all'associazione di programmare una parte della sua intensa attività.

Cosa Abbiamo Fatto

In venti anni di vita Centallo Viva ha reso “vivo” il paese con innumerevoli manifestazione ed eventi culturali: dalle feste patronali alle manifestazioni natalizie, dalle ricorrenze storiche del paese alle feste carnevalesche. Si può dire che ogni avvenimento significativo del centallese ha visto la partecipazione attiva di Centallo Viva, il più delle volte in veste di organizzatrice, ma tante volte anche solo come sostenitrice e coordinatrice degli sforzi altrui, dal Comune alle parrocchie o alle altre associazioni locali.

Intensa l'attività espositiva (almeno due mostre ogni anno) e l'attività di ricerca, che ha consentito finora di produrre una serie di “Quaderni centallesi”, un volume sulla storia di Centallo, una ricerca toponomastica, una ricerca sul mondo della scuola a Centallo, una ricerca sulla zona dei Sagnassi, "Far bene, far del bene" ricerca sui maggiori benefattori della casa di riposo e "Viaggio verso l'altro".

Molti i beni artistici finora restaurati, tra i quali Centallo Viva è orgogliosa di annoverare più di 20 tele, 2 affreschi e 3 dipinti murali, l'arredo ligneo della chiesa parrocchiale di Roata Chiusani, le facciate di due chiese, due cicli della “Via Crucis”, il tetto della Confraternita della Bianca, l'organo “Vittino” nella medesima confraternita, galleria dei benefattori della struttura "San Camillo".

Cosa Continuiamo a Fare

Ogni due anni l'Associazione bandisce il concorso letterario “Don Carlo Prandi”, che raccoglie ormai adesioni da tutt'Italia;
organizza una mostra presepistica e la sfilata carnevalesca; presenta libri di autori locali e non.

I Nostri Sponsor

Sono innanzitutto i Centallesi a sostenere con il loro obolo – per quanto piccolo – la nostra attività. Un particolare aiuto è stato offerto in passato dalla Regione Piemonte, che ha sostenuto gran parte degli interventi di restauro,e dalla Provincia, che ha promosso alcune iniziative. Nella cordata degli attuali sostenitori si stanno distinguendo in modo particolare la Fondazione Cassa di Risparmio di Fossano, la Cassa di Risparmio di Fossano S.p.a., la C.R.C. per progetti mirati e il Centro Servizi per il Volontariato

Il Nostro Direttivo

E' presieduto per il triennio 2016/2019 da Fulvia Candelo al suo quinto mandato. Vicepresidente è Assunta Rosso, segretaria Enrica Paracchi. Fanno inoltre parte del Consiglio Direttivo: Ines Bedino, ,Rosalba Serale, Pier Paolo Rosso, Bruno Degioanni, Mario Falco, Daniela Audino, Roberto Vernetti, Luisa Oreglia e Oreste Giraudo.

Il Comitato della Memoria

Nel 2005 si è costituito, come strumento operativo di Centallo Viva, il Comitato della Memoria che, oltre ad assicurare la fruizione della Sala della Memoria a quanti lo richiedono, sta allestendo all'interno della medesima Sala un "centro di documentazione" su guerra, deportazione, internati militari. Tra i suoi scopi anche l’organizzazione di iniziative culturali e di approfondimento storico per riallacciare i "fili della memoria", soprattutto con le nuove generazioni. Coordinatori e referenti di questo Comitato sono Pieranna Magnano e Gianpiero Pettiti.